16 - 12 - 2017


In un libro intervista pubblicato da Garzanti (In questo
progresso scorsoio) il poeta di Pieve di Soligo lamentava
”l’aggressione al paesaggio …la  scomparsa del mondo
agricolo...una proliferazione edilizia inconsulta e casuale “
che deturpa il territorio veneto dalle Dolomiti al piano.

Vivere in mezzo alla bruttezza - si sfogava Zanzotto - alimenta
aggressività, umori rancorosi, intolleranze e spietatezze”.

Il brutto, insomma, fa diventare cattivi…

Dalla rubrica Contrappunto, di R. Chiaberge nel domenicale
de “Il sole 24 ore” del 8/3/2009 p. 23

Territorio e Mobilità
Flora e Fauna
Energia e Consumi