16 - 12 - 2017


Edifici rurali

Gli edifici rurali, grazie anche ad una normativa regionale di tutela, non hanno subito in
questi  anni  diffuse demolizioni, ma sicuramente interventi trasformativi anche pesanti,
che hanno alterato le caratteristiche tipologiche e di dettaglio che di fatto li rendono degli
oggetti altri rispetto all’origine. Comunque le eccezioni negative non mancano.
Il primo edificio della lista ha subito una tempestiva demolizione nel 2001 quando era
imminente oramai la notifica del vincolo da parte della Soprintendenza ai beni
architettonici e ambientali. E’ un edificio di particolare rilevanza che compare non solo
nei catasti storici, dal napoleonico in poi ma anche nella “Gran carta del padovano” dello
Rizzi Zanoni del 1780. Le istituzioni locali da tempo  garantiscono che verrà ricostruito
ma non  si vede traccia di inizio lavori.
Altro manufatto storico significativo, (il secondo della lista)  demolito nel 1991 per far
posto al consueto complesso commerciale, era parte degli annessi rustici di Villa Vanna  
a Sarmeola di Rubano e presentava una effige datata 1680.

 

Territorio e Mobilità
Flora e Fauna
Energia e Consumi